Sistemi radianti a pavimento
Marzo 2016

Sistemi radianti a pavimento: una soluzione sempre più diffusa.

Il riscaldamento a pavimento sta diventando una soluzione sempre più diffusa nelle nuove costruzioni e adottata in caso di ristrutturazione: isola dal sottofondo e risulta vantaggioso grazie agli incentivi.

Rispetto agli impianti a termosifoni tradizionali, il sistema radiante a pavimento offre diversi vantaggi tra cui pareti libere dai diffusori, trasmissione del calore per irraggiamento e non per convenzione (il che comporta meno polvere in movimento e temperature più uniformi). Inoltre, rispetto ai radiatori tradizionali, la temperatura di esercizio di questo sistema è di 30-35° C contro i 60° C.
Gli aspetti negativi si possono individuare nel costo di realizzazione dell'impianto più elevato (che pure si ammortizza nel corso del tempo sui consumi) e la necessità di far funzionare l'impianto in continuità dato che, lavorando a basse temperature, impiega circa 24 ore per raggiungere la temperatura richiesta.
Se il sistema è collegato ad una pompa di calore può, però, essere sfruttato anche in estate per per in raffrescamento.
La sua installazione nell'ambito delle ristrutturazioni è comunque facilitata da pannelli preformati che accolgono i tubi e che sono già isolati. Il sistema più diffuso per questa tipologia di impianto prevede la circolazione di acqua calda ma i tubi possono essere riscaldati anche elettricamente.
Chimera | Creative web agency